BANDO AZIONE 19.2.1.1.“RECUPERO DEI BENI CULTURALI MINORI AL FINE DELLA LORO CONSERVAZIONE E FRUIZIONE – II edizione”

(riferimento intervento 7.6.1 del PSR per l’Umbria 2014-2020). SCADUTO

Scadenza per la presentazione delle domande: prorogata al 15 settembre 2020 ore 13.00.

Proroga pubblicata sul Bollettino Ufficiale Regione Umbria – Serie Avvisi e Concorsi n.37 del 28/07/2020.

Bando.19.2.1.1.versione.15.11.19

allegato.1.

allegato.2.

 

PER INFORMAZIONI RELATIVE AL BANDO:

Responsabile procedimento : PAOLO PENNAZZI
Tel: 0744432683
Email per richiesta informazioni: info@galternano.it

 

FAQ

14/08/2020

QUESITO:

Con  riferimento  all’Avviso  pubblico  approvato  dal GAL Ternano  nell’ambito  dell’azione

19.2.1.1 del Piano di Azione Locale in riferimento alla sottomisura 7.6.1 del PSR per l’Umbria 2014-2020, ……… e …………. , proprietari ciascuno di porzione dell’immobile……………………, intendono presentare un progetto unitario di riqualificazione e valorizzazione del sito.

L’immobile è stato da sempre gestito attraverso comodati o convenzioni. Al momento però l’ultimo atto è scaduto e stiamo predisponendo un nuovo contratto per la gestione condivisa dell’immobile.

In attesa di quanto sopra, è intenzione degli Enti sottoscrivere un accordo di Partenariato come previsto all’art. 4 del suddetto avviso, attraverso il quale ………………, soggetto capofila, presenterà la domanda e gestirà il contributo in caso di ammissione, senza sottoscrivere un comodato dei beni.

Si chiede pertanto se nella presentazione della domanda si possano inserire nel sistema SIAN i legami associativi tra i due Enti.

Certo di un Vostro positivo riscontro, colgo l’occasione per porgere   distinti saluti.

 

RISPOSTA

 A seguito della richiesta chiarimenti presentata in data 30/07/2020 si fa presente che si è verificato tramite tecnici AGEA che è possibile presentare la domanda inserendo – prima della presentazione della stessa – nel fascicolo aziendale del soggetto capofila i legami associativi tra i due enti ed aggiornando i fascicoli dei soggetti partner nelle modalità previste dall’art. 4 del bando. L’accordo di partenariato dovrà essere già approvato e consegnato al CAA al momento dell’aggiornamento dei due fascicoli aziendali.

Si riporta per esteso quanto previsto dall’art.4 del bando:

“Nel caso di beneficiario “partenariato”, il soggetto Capofila dovrà, prima della presentazione della Domanda di Sostegno, presentare al CAA il documento probante l’Accordo (Statuto, Atto Costitutivo, Accordo di Partenariato ecc.) che dovrà contenere la lista dei Soci/Partner così che il CAA possa attivare la funzione relativa ai Legami Associativi.

Attraverso tale funzione è possibile:

– Inserire nel F.A. del soggetto Capofila il documento che prova la Tipologia di Accordo e la delega al soggetto Capofila (ogni variazione relativa alla Tipologia di Accordo, al documento presentato inizialmente al CAA o alla delega al Capofila comporta un aggiornamento del Fascicolo e la produzione di una nuova scheda di validazione);

– associare i Fascicoli Aziendali dei Soci/Partner al Fascicolo Aziendale del soggetto Capofila (ogni variazione relativa ai Soci comporterà un aggiornamento del Fascicolo e la produzione di una nuova scheda di validazione, che riporta al suo interno la lista dei Soci e l’indicazione del soggetto Capofila).

Tutti i Soci/Partner che partecipano al progetto dovranno pertanto costituire o aggiornare il proprio Fascicolo Aziendale.”

 

07/08/2020

QUESITO:

ho questo quesito da parte di ….. circa i partner soggetti privati dotati di personalità giuridica:
le cooperative sociali possono essere definite in questo modo, e quindi possono essere soggetti partner ammissibili?

RISPOSTA

Il bando del GAL Ternano azione 19.2.1.1. “RECUPERO DEI BENI CULTURALI MINORI AL FINE DELLA LORO CONSERVAZIONE E FRUIZIONE – II edizione”
(7.6.1 del PSR) all’art. 4 prevede la partecipazione in qualità di partner di “soggetti privati di personalità giuridica”.
Pur non essendo specificato nel bando del GAL Ternano, l’analogo bando misura 7.6.1. della Regione Umbria (che si allega), da cui discende il bando del GAL Ternano,
prevede all’art.2.4. (beneficiari) quanto segue:

“Si precisa che è il soggetto privato a dover essere dotato di personalità giuridica e che il riconoscimento della personalità giuridica di diritto
privato è materia delegata alle Regioni dall’articolo 14 del Decreto Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616 (cfr. http://www.regione.umbria.it/la-regione/persone-giuridiche).”

L’elenco dei soggetti ricadenti nell’elenco regionale è reperibile nel sopra indicato link cliccando su “Consulta l’elenco delle persone giuridiche”.
Si fa presente che in ogni caso tali partner devono essere individuati tramite “una procedura di evidenza pubblica” (art.4 del bando GAL).